Salesforce Italia al primo posto per crescita in EMEA

I dati di fatturato, che a livello globale nel 2024 hanno sfiorato i 35 miliardi di dollari, vedono l’Italia al quarto posto in Europa e al nono nel mondo come giro d’affari. Nel nostro Paese l’azienda ha attuato una riorganizzazione con focus su macro segmenti e industry

Un fatturato globale di 34,9 miliardi di dollari, che equivale a un aumento dell’11% del rispetto all’anno precedente, e un margine operativo del 30,5%. Questi sono i risultati finanziari relativi al fiscal year 2024, terminato il 31 gennaio scorso, divulgati da Salesforce. E per il 2025 è previsto un aumento del giro d’affari fino a quasi 38 miliardi di dollari. “Sebbene la crescita possa non essere più vertiginosa – ha commentato Vanessa Fortarezza, Country Leader di Salesforce per l’Italiaè comunque un segnale positivo del nostro sviluppo. L’azienda continuerà ad ampliare il proprio team e a contribuire alla crescita dell’ecosistema”.

Salesforce Italia al primo posto per crescita in EMEA, Salesforce Italia al primo posto per crescita in EMEA
Vanessa Fortarezza, Country Leader di Salesforce per l’Italia

Riguardo all’Italia, il giro d’affari non può essere divulgato, ma Fortarezza precisa che il nostro Paese è il primo per crescita in EMEA e fra i primi quattro per fatturato in Europa. “A livello globale, siamo al nono posto, un risultato eccellente considerando il panorama internazionale – ha aggiunto la country leader –. Inoltre, l’Italia si conferma al secondo posto in EMEA per il numero di certificazioni dei partner: oltre 18.000 ottenute da più di 5.600 consulenti. È una testimonianza dell’impegno e della qualità del lavoro dei partner, figure fondamentali nel nostro approccio orientato al cliente e alle aziende”. In Italia sono oltre 180 i partner qualificati.

Il ruolo dell’intelligenza artificiale

Salesforce ha registrato in Italia una crescita in tutti i settori, con particolare rilievo nel consolidamento della posizione nei mercati energy & utility, fashion e retail. Inoltre, è stato evidente l’impatto positivo nella Pubblica amministrazione, sia a livello centrale sia locale.

Salesforce Italia al primo posto per crescita in EMEA, Salesforce Italia al primo posto per crescita in EMEA
Nicola Lalla, Vice President Solution Engineering di Salesforce Italia

A tale risultato ha contribuito anche il ricorso all’intelligenza artificiale (IA). Salesforce precisa che, essendo una soluzione nata sul cloud, l’impiego dell’intelligenza artificiale è nel suo DNA. Tuttavia, l’IA generativa ha sicuramente fornito un importante impulso. Secondo Nicola Lalla, Vice President Solution Engineering di Salesforce Italia,i motori di intelligenza artificiale che stanno alla base di applicazioni, come ChatGPT e i suoi concorrenti, sono sempre più diffusi e questo sta garantendo una democratizzazione dell’uso dell’intelligenza artificiale”.

Questi modelli sono stati addestrati su enormi quantità di dati pubblici e ciò gli consente di fornire risposte pertinenti e di qualità. “Tuttavia, quando sono applicati a contesti enterprise, i risultati possono essere meno soddisfacenti – ha sostenuto Lalla –. Le aziende possiedono una vasta quantità di dati interni che possono essere utilizzati per migliorare le relazioni con i clienti, ma spesso questi dati sono frammentati in diversi sistemi e non vengono sfruttati appieno”.

Per affrontare questa sfida, Salesforce ha sviluppato la piattaforma Einstein 1, la quale è basata su metadati e ha l’obiettivo di integrare e automatizzare l’intelligenza artificiale all’interno delle applicazioni Salesforce. “Einstein 1 offre un approccio intelligente e personalizzabile per consentire alle aziende di estendere e adattare le funzionalità secondo le proprie esigenze, senza richiedere competenze tecniche avanzate”, ha sottolineato Lalla.

Salesforce sul cloud pubblico

Da evidenziare che Einstein 1, come tutto lo strato applicativo Salesforce, è ospitato su AWS. Il porting su cloud pubblico ha comportato una riscrittura delle applicazioni che è durata quattro anniper renderle stabili, sicure e in linea con tutte le normative di privacy – ha chiarito Fortrezza –. Questo ci ha permesso di avere la prossimità rispetto ai clienti, altrimenti avremmo dovuto costruire numerosi data center, anche in Italia. Ma questo non è il nostro business, noi creiamo piattaforme di marketing. Così abbiamo scelto di usare il cloud pubblico più diffuso. Ciò comporta che chiuderemo i nostri data center. Molti utenti stanno già lavorando su AWS, ma non si sono accorti della migrazione”. Salesforce ha in previsione di ottimizzare le sue applicazioni anche per gli altri hyperscaler, ma non ha ancora definito tempistiche precise.

Essere su ASW consente a Salesforce di avere a disposizione una vasta gamma di servizi cloud che può essere arricchita con funzionalità di partner esterni. Il layer di dati, gestito tramite Data Cloud, permette di integrare e sfruttare tutti i dati aziendali, sia quelli provenienti da altre applicazioni Salesforce sia da sistemi ERP o data lake. “In questo modo – ha affermato Lalla – la piattaforma Einstein 1 è in grado di estrarre il massimo valore dai dati aziendali e di utilizzarlo per migliorare le prestazioni e le relazioni con i clienti”.

Nuova organizzazione per l’Italia

Per meglio cogliere le opportunità offerte dall’intelligenza artificiale generativa, Salesforce Italia ha rivisto la propria organizzazione. Ora, il focus è sui macro segmenti e sulle industry. È stata così creata una divisione Business To Consumer (Fashion, Retail, CPG, TTH, Telco/Media) sotto la guida di Alessandro Catalano, una Business to Business (Manufacturing, Automotive, Energy&Utilities) guidata da Alessandro Sgroi, mentre le assicurazioni sono sotto la responsabilità di Domenico Scarpa e le banche sono coordinate da Davide Balladori. Il mercato Commercial (al di sotto dei 1200 dipendenti) è affidato ad Antonio Murgo, mentre le vendite specializzate in ambito Marketing, Commerce, Service e Platform sono sotto la guida di Maurizio Capobianco.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli