L’impatto dei dati e dell’automazione nel settore manifatturiero

Una ricerca condotta da Forrester Consulting per conto di Hexagon evidenzia i rischi di arretratezza per le aziende che non gestiscono efficacemente i propri dati

La rivoluzione digitale che caratterizza l’attuale panorama industriale, la qualità e l’efficacia della gestione dei dati hanno un impatto significativo sul successo delle aziende manifatturiere. Un recente studio condotto da Forrester Consulting per conto di Hexagon ha esplorato come la chiarezza dei dati possa determinare la competitività nel settore.

La ricerca globale, che ha coinvolto oltre 500 leader del settore manifatturiero, ha rivelato un panorama allarmante: il 98% delle aziende ammette di incontrare ostacoli significativi legati ai dati all’interno delle proprie organizzazioni. Tali problemi non solo ostacolano l’innovazione ma frenano anche l’adozione di tecnologie avanzate come l’intelligenza artificiale (AI) e l’automazione, essenziali per rimanere al passo con i tempi.

L’Advanced Manufacturing Report sottolinea tre pilastri digitali fondamentali per il futuro del settore: l’accuratezza dei dati, la collaborazione tra i team e l’automazione. La qualità dei dati emerge come un fattore critico, con il 97% delle aziende che lotta contro le inefficienze collaborative che direttamente influenzano la loro capacità di innovare e rispondere prontamente alle richieste dei clienti.

Secondo Josh Weiss, Presidente della divisione Manufacturing Intelligence di Hexagon: “”Chi in questo momento si avvale di questi dati per la propria organizzazione può generare valore in modo più efficiente e commercializzare prodotti più rapidamente e con l’agilità necessaria per adattarsi alle condizioni del mercato. Abbiamo già assistito a un processo simile quando l’elettronica di consumo ha guidato il passaggio all’innovazione rapida dei prodotti. Ora, lo stiamo rivivendo con BYD, che ha sconvolto il settore automotive sorpassando Tesla come leader del mercato dei veicoli elettrici. Ciò sottolinea la necessità di trasformare la produttività e l’innovazione in tutta la catena del valore produttivo.”

L’inchiesta ha toccato diverse geografie, evidenziando che, nonostante le sfide siano globali, le aziende asiatiche sembrano essere più avanti nell’applicazione pratica dei dati, sfruttando tecnologie come la simulazione e la manutenzione predittiva per prevenire intoppi costosi.

Risultati chiave

Solo il 2% dei leader intervistati afferma di non avere problemi con la gestione dei dati. La maggior parte riconosce che senza un intervento tempestivo, raggiungere gli obiettivi aziendali potrebbe diventare un’impresa difficile. Il 37% delle aziende si considera in ritardo rispetto ai concorrenti, principalmente a causa della mancata automazione dei processi produttivi.

Mentre il mondo guarda verso l’Industria 5.0, i dati e l’automazione si stanno affermando come le chiavi per una produttività e un’innovazione aumentate. Le aziende che sfruttano efficacemente queste risorse non solo migliorano il time-to-market e la sostenibilità, ma si posizionano anche come leader di mercato pronti a navigare le incertezze future del settore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli