Per l’AI, Microsoft rinnova il partner program

L’intelligenza artificiale è stata protagonista di tutti gli annunci fatti da Microsoft al’ultimo evento Inspire, a partire dal nuovo programma di canale AI Cloud Partner Program. Di rilevo anche l’accordo con Meta per l’impiego privilegiato della famiglia di LLM Llama 2 su Azure

Per l’AI Microsoft rinnova il partner program, Per l’AI, Microsoft rinnova il partner program
Satya Nadella, CEO di Microsoft

Non c’è alcun dubbio. Il grande protagonista del recente Microsoft Inspire, l’evento annuale che la società di Seattle dedica ai partner, è stata l’intelligenza artificiale (AI). Nel suo keynote, il CEO, Satya Nadella, ha sottolineato “le immense opportunità che l’AI offre al settore IT”. Nadella ha detto di ritenere che l’IA sarà trasformativa come lo è stata l’interfaccia grafica. “Siamo nel bel mezzo di un enorme cambiamento di piattaforma – afferma il CEO – e la nuova generazione di IA trasformerà praticamente ogni settore e ogni categoria del mondo del computing”.

Un partner program all’insegna dell’IA

Per consentire al canale di poter sfruttare al meglio le opportunità offerte dall’AI, Microsoft ha lanciato il nuovo AI Cloud Partner Program. Come ha precisato Satya Nadella, il nuovo programma riunisce tutti gli aspetti dell’intero lifecycle del partner, dall’onboarding alla formazione, dal go-to-market agli incentivi fino al co-selling. Oltre ad avere tutti i vantaggi del programma precedente, i partner potranno avere accesso a nuove offerte e benefici specifici per l’AI. 

Non c’è alcuna azione da intraprendere per passare al nuovo programma: Microsoft afferma di aver già trasferito tutti i partner esistenti nel nuovo programma con effetto immediato. Saranno mantenuti i benefici e le designazioni esistenti. 

La chat per il business

L’evento Microsoft Inspire è stato anche l’occasione per nuovi annunci in termini di soluzioni volte a supportare la crescita del canale e delle aziende, con particolare riferimento all’impegno nell’accelerare la trasformazione dell’AI. 

Tra le più rilevanti c’è sicuramente Bing Chat Enterprise, una chat per il business basata sull’IA. Jared Spataro, Corporate Vice-president Modern Work & Business Application, ha sostenuto che “tutte le informazioni in uscita e in entrata sono protette. I dati della chat non vengono salvati e Microsoft non vi ha accesso. Questo significa che nessuno li può vedere. I dati non vengono nemmeno utilizzati per addestrare i modelli. Che si tratti di ricerche per degli approfondimenti, per analisi o semplicemente come fonte di ispirazione, Bing Chat Enterprise offre risposte migliori, maggiore efficienza e nuovi modi di essere creativi”. 

Spataro ha precisato che Bing Chat Enterprise verrà incluso senza costi aggiuntivi in Microsoft 365 E3, E5, Business Standard e Business Premium. In futuro, sarà anche disponibile come offerta standalone al prezzo di 5 dollari al mese per utente. Il manager ha anche reso noti i prezzi di Microsoft 365 Copilot: costerà 30 dollari al mese per ogni utente di Microsoft 365 E3, E5, Business Standard e Business Premium. 

Microsoft è partner privilegiato di Meta

Altra novità di rilievo annunciata da Nadella è la partnership tra Meta e Microsoft in relazione al supporto della famiglia di modelli linguistici di grandi dimensioni Llama su Azure e Windows. L’accordo prevede che Microsoft sia il partner privilegiato di Meta nel rilasciare per la prima volta la nuova versione di Llama 2 ai clienti commerciali. Questa collaborazione consentirà ai clienti di mettere a punto e distribuire i modelli Llama 2 da parametri 7B, 13B e 70B in Azure. Inoltre, Llama sarà ottimizzato per funzionare localmente su Windows.

Microsoft ha colto l’occasione di Inspire per annunciare anche nuove funzionalità per Sales Copilot direttamente all’interno di Dynamics 365 Sales (come per esempio il riepilogo delle opportunità generato dall’AI, le bozze di e-mail contestualizzate e la preparazione delle riunioni) e nuove funzionalità di AI per Power Automate Process Mining, che offre ai clienti insight per ottimizzare i processi esistenti e aumentare l’efficienza attraverso l’automazione low-code.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli

Iscriviti alla newsletter di bizzIT

OGNI 15 GIORNI, nella tua posta elettronica, il resoconto delle notizie dedicate al mondo ICT B2B e al CANALE, con approfondimenti tecnici, editoriali e interviste.