Trasformazione digitale, passaggio obbligato per la logistica

È un fatto indiscusso che nella competitività di un’azienda oggi un ruolo essenziale lo giochi la capacità di gestire al meglio sia la logistica sia l’intera supply chain. E in questo un aiuto fondamentale arriva dalle tecnologie digitali

L’evoluzione del settore della logistica è sempre stata guidata dall’adozione di nuove tecnologie e dalla capacità di sapersi adattare alle esigenze del mercato. In questo senso, un ruolo di primo piano lo riveste la digitalizzazione. A livello globale, la spesa per la trasformazione digitale nella logistica sostenuta nel 2022 è stata stimata da ReportLinker in 52,3 miliardi di dollari, ma dovrebbe raggiungere i 108,8 miliardi di dollari entro il 2030, con una crescita del 9,6% nel periodo 2022-2030. Più in dettaglio, l’hardware dovrebbe registrare un CAGR del 9% e raggiungere i 49,8 miliardi di dollari entro la fine del periodo di analisi. Per la crescita del segmento software è invece stimato un aumento del CAGR del 9,6% per i prossimi 8 anni.

La logistica 4.0

Anche la logistica sta subendo la propria trasformazione in ottica 4.0. I centri logistici stanno sempre più utilizzando la tecnologia per automatizzare e ottimizzare le funzioni al fine di creare ambienti di lavoro più efficienti ed efficaci. L’automazione e la robotica stanno trasformando radicalmente operazioni e processi nei magazzini e lungo tutta la supply chain. Dai sistemi automatizzati di prelievo e smistamento ai veicoli autonomi, queste tecnologie migliorano l’efficienza, riducono gli errori e consentono ai dipendenti di concentrarsi su compiti strategici.

La digitalizzazione dei processi della logistica è un trend dominante che ha permeato tutte le fasi della supply chain. Dai magazzini intelligenti all’utilizzo dell’Internet delle cose (IoT) per il tracciamento delle merci in tempo reale, la logistica 4.0 sfrutta dati e sistemi interconnessi per ottimizzare le operazioni. 

La sempre più ampia incorporazione di algoritmi di apprendimento automatico consentirà ai robot di adattarsi e migliorare le proprie capacità nel tempo. La collaborazione uomo-macchina diventa più stretta, con robot collaborativi che lavorano insieme ai dipendenti per compiti complessi e impegnativi, migliorando l’efficienza e riducendo il rischio di infortuni sul lavoro. L’automazione robotica sta rivoluzionando diversi processi, come per esempio lo stoccaggio o il picking. Uno sviluppo che non solo aumenta la produttività, ma riduce anche i costi di lavoro e di gestione. L’integrazione della realtà aumentata nei processi logistici, una prospettiva non troppo lontana nel tempo, fornirà una guida visiva in tempo reale, razionalizzando le operazioni di prelievo e imballaggio. 

Secondo il MHI Annual Industry Report 2023, l’automazione e la robotica sono tra le innovazioni che hanno il più alto potenziale di rivoluzionare il settore della logistica e di fornire un vantaggio competitivo. Prova ne è che il 74% dei 2.085 professionisti della supply chain oggetto dell’indagine ha dichiarato di voler aumentare gli investimenti in tecnologia e innovazione, in particolare nell’ambito della robotica e dell’automazione. E il 90% ha addirittura sostenuto di voler spendere più di 1 milione di dollari, con un aumento del 24% rispetto all’anno precedente.

La consegna dell’ultimo miglio è diventata un’area critica per i rivenditori, spinti dalla domanda di consegne più rapide e convenienti. L’adozione di soluzioni innovative come i centri di micro-fulfillment, i robot di consegna e i veicoli autonomi promette di rivoluzionare questa fase della supply chain, consentendo consegne più rapide ed economiche.

Monitoraggio e IoT

Nel campo della gestione dello stoccaggio e della logistica, i progressi nell’IoT e l’impiego di tecnologie come l’RFID consentono a ciascun prodotto di essere un nodo interattivo, trasmettendo dati in tempo reale su posizione, stato e condizioni. Queste informazioni consentono di anticipare proattivamente i problemi e di apportare modifiche alla pianificazione. Inoltre, la raccolta automatizzata dei dati migliora il processo decisionale, aumentando la produttività.

Il monitoraggio in tempo reale è una componente fondamentale per garantire la visibilità di spedizioni, veicoli e inventario. La combinazione dei dispositivi IoT con la tecnologia GPS fornisce informazioni accurate sul movimento delle merci. Questa capacità non solo consente un’ottimizzazione precisa del percorso, ma garantisce anche consegne puntuali, migliorando l’efficienza complessiva del processo logistico.

Logistica agile e AI

Un’altra tendenza emersa nel settore è la “logistica agile”, ovvero la combinazione di tecnologie innovative come l’intelligenza artificiale (AI), l’Internet delle cose e l’analisi predittiva. Queste tecnologie o procedure consentono di ottimizzare e razionalizzare la supply chain attraverso l’analisi in tempo reale di ciascuna parte coinvolta.

Il machine learning (ML) sta rivoluzionando la gestione del magazzino e dell’inventario prevedendo i modelli di domanda e ottimizzando i livelli delle scorte. Il grande vantaggio di questi tipi di tecnologie è la loro capacità di analizzare grandi set di dati, consentendo una previsione della domanda come mai era successo in passato, offrendo maggiore agilità e risposta a eventi imprevisti. Gli strumenti di AI e ML sono essenziali anche per ottimizzare i percorsi di trasporto in base alle circostanze del traffico o a eventuali incidenti.

L’introduzione di tecniche come il digital twin apre nuovi orizzonti nelle operazioni di logistica. Creando repliche virtuali di risorse fisiche, magazzini e sistemi di trasporto, le aziende possono impegnarsi in sofisticate simulazioni di monitoraggio e ottimizzazione. Questo ambiente virtuale consente una pianificazione meticolosa e test di scenario, portando a un migliore processo decisionale e a una maggiore efficienza operativa.

Le aziende di logistica creano modelli 3D di magazzini per sperimentare la loro pianificazione e determinare come posizionare la merce in modo che possa essere rapidamente individuata e caricata sui veicoli.

I digital twin possono monitorare le condizioni di stoccaggio dei prodotti, lo stato tecnico dei veicoli e il comportamento di guida, nonché ottimizzare altre operazioni nella supply chain. Da sottolineare infine come la collaborazione remota e la formazione virtuale all’interno del metaverso industriale stiano trasformando la logistica, consentendo alle aziende di collaborare in modo più efficiente e di formare i dipendenti in ambienti virtuali realistici.

Digitalizzazione è sinonimo di sicurezza

Con la digitalizzazione del settore della logistica e la sempre più diffusa connettività, la sicurezza IT è diventata cruciale. L’industria sta investendo pesantemente nella protezione dei dati sensibili e nella prevenzione di attacchi informatici che potrebbero compromettere le operazioni. 

Nel 2024, è prevedibile che il settore in generale, così come tutti i partner della supply chain, investa in modo sostanziale nella sicurezza informatica per proteggere dati sensibili, salvaguardare i carichi dai furti e prevenire gli attacchi informatici che minacciano le operazioni. Come è già avvenuto in altri settori, sicuramente l’autenticazione multifattore sarà sempre più la norma nel trasporto e nella logistica, così da garantire un livello aggiuntivo per proteggere carichi e informazioni sensibili.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli