Si è aperta oggi a Shanghai l’edizione 2020 di Huawei Connect, l’evento annuale in cui l’azienda presenta strategie e soluzioni dedicate all’intero settore ICT.
Nel 2016 Huawei ha cominciato a immaginare un mondo intelligente e chiamato i suoi partner globali a collaborare alla realizzazione di questa visione e di un ecosistema che la supportasse. Nel 2017 Huawei ha quindi annunciato il suo obiettivo di diventare uno dei cinque principali fornitori di servizi cloud al mondo mentre nel 2018 e nel 2019 l’azienda ha svelato rispettivamente la propria strategia IA e computing.
Quest’anno, con il lancio del 5G su scala globale, connettività, cloud, intelligenza artificiale, computing e applicazioni industriali si combinano insieme per offrire opportunità senza precedenti per il settore ICT. Pertanto il tema dell’evento di quest’anno è “Creare nuovo valore attraverso la sinergia tra cinque settori tecnologici”.
Huawei si concentrerà sull’applicazione delle tecnologie ICT in ambito industriale e sull’offerta di soluzioni specifiche per ogni scenario, così da contribuire alla crescita delle aziende e supportare i governi nel raggiungimento dei loro obiettivi strategici di rilancio dell’industria nazionale e nel miglioramento della governance statale.

Il discorso di aperture di Guo Ping, Rotating Chairman di Huawei
Durante l’evento di apertura, Guo Ping, Rotating Chairman di Huawei, ha dichiarato: “Con sempre più governi e aziende che decidono di digitalizzarsi, il settore ICT registrerà una crescita significativa. Non vediamo l’ora di dare inizio a questo nuovo capitolo insieme ai nostri partner”.
Ping ha illustrato il contributo di Huawei nella realizzazione di aziende, campus e città intelligenti, integrando le tecnologie ICT con il know-how dei settore fornendo soluzioni specifiche per ogni scenario così da creare valore per governi e aziende.
Huawei continuerà inoltre a investire nei seguenti settori:
· Reti: Huawei ha proposto il concetto di connettività intelligente, con l’obiettivo di fornire una rete iper-automatizzata, che possa offrire un accesso gigabit onnipresente e un’esperienza deterministica, nonché consentire aggiornamenti intelligenti dei principali sistemi aziendali di governi e aziende.
· Computing: Huawei si impegna a fornire ai propri clienti una potenza di elaborazione diversificata, separando il software dall’hardware per adattare il calcolo a seconda delle diverse esigenze di elaborazione, inclusi x86 e Kunpeng.
· Servizi cloud: Huawei ha implementato 23 aree cloud in tutto il mondo, con la partecipazione di oltre 1,5 milioni di sviluppatori.
· Intelligenza Artificiale: Huawei mira a integrare l’IA all’interno dei principali sistemi di governi e aziende, utilizzando know-how e dati per stabilire le competenze di base dei sistemi basati su IA.
· Connettività, computing, cloud e intelligenza artificiale sono tutti aspetti che devono essere declinati all’interno di applicazioni industriali che sono il collante di tutti questi aspetti.
Huawei ritiene che la sinergia tra questi 5 settori tecnologici offrirà enormi opportunità all’intero settore ICT. Insieme ai suoi partner, l’azienda auspica una crescita globale che consenta di trarre beneficio dalla nuova catena di valore.
Ping ha inoltre ripercorso i tre principi proposti da Huawei nel 2016, quando l’azienda aveva illustrato la sua visione di un ecosistema diversificato e fiorenteGuo ha infine sottolineato che Huawei sosterrà costantemente i suoi partner nel loro impegno per lo sviluppo di applicazioni industriali, per il rafforzamento della catena di approvvigionamento e per la crescita dei propri settori di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.