Diebold Nixdorf e Nielsen hanno annunciato i risultati del The Nielsen International Grocery Shopper and Technology Survey coordinato tramite il Global Consumer Business di Nielsen.

Commissionato da Diebold Nixdorf, questo sondaggio fornisce preziose informazioni ai rivenditori sull’esperienza di acquisto nel settore dei negozi alimentari di vendita al dettaglio e sul ruolo che ha la tecnologia.

“Nelle nostre conversazioni con i clienti e nelle osservazioni sul mercato, vediamo molti approcci sofisticati alla segmentazione dei clienti – afferma Arvin Jawa, vice presidente di Retail Americas e Retail Strategy di Diebold Nixdorf -. Tuttavia, spesso troviamo un aspetto mancante: la comprensione di come e perché gli acquirenti adottano la tecnologia in modo diverso durante il loro percorso di vendita al dettaglio, che ha portato all’idea di questa ricerca. I rivenditori possono trarre ispirazione per aumentare la loro comprensione sul “perché” dietro al modo in cui gli acquirenti interagiscono con la tecnologia di vendita al dettaglio”.

Nielsen ha intervistato e segmentato 15.000 acquirenti di età compresa tra i 18 ei 65 anni in 15 paesi in America, Europa e Asia-Pacifico; il 94% degli intervistati era o il principale acquirente di generi alimentari per la propria famiglia, o acquirenti frequenti e responsabili delle decisioni su cibo, generi alimentari e articoli per la cura personale per la propria famiglia.

Sono emerse sei tipologie, ognuna delle quali mostra una motivazione unica sul perché e come i consumatori sfruttano la tecnologia durante il loro percorso di acquisto:

Well-Balanced Traditionalist sono guidati da abitudini di vecchia data e non hanno ancora stabilito una forte connessione tra vendita al dettaglio e tecnologia.

• Sensible Socializer hanno bisogno di sentirsi a proprio agio con le soluzioni prima di usarle e hanno ancora una certa preferenza per l’interazione personale.

Hesitant Potential sono generalmente esperti di tecnologia, ma tengono in massima considerazione la privacy: hanno bisogno di essere convinti sul valore e sui vantaggi delle nuove soluzioni.

Hands-On Pragmatist sono pragmatici e cercano soluzioni che consentano loro di risparmiare tempo.

Modern Convenience Seeker sono appassionati di informazioni e si aspettano un percorso di acquisto senza interruzioni che sia supportato, indipendentemente dalla scelta del canale.

Aspirational Tech Fan tendono ad essere i primi utilizzatroi di goni tecnologia: sono sempre alla ricerca di nuove esperienze e saranno i primi a provare le nuove opzioni offerte dai loro negozi preferiti.

Comprendere le abitudini d’uso della tecnologia nell’acquisto

Negli Stati Uniti, la tipologia dominante registrata è stata l’Hands-On Pragmatist con il 25% degli intervistati che rientra in questa categoria.

Sono descritti come un risolutore di problemi impegnato e razionale che preferisce il self-checkout, utilizza la tecnologia per risparmiare tempo ed è motivato da efficienza, prezzo e controllo.

L’accesso immediato ai prodotti è un fattore chiave e una motivazione all’acquisto per questo segmento, ed è molto probabile che visitino un negozio per scoprire nuovi prodotti. Il novantanove percento dei pragmatici pratici preferirà generalmente il check-out automatico se l’opzione viene fornita.

La tecnologia moderna offre gli strumenti necessari ai rivenditori per contribuire a colmare il divario tra canali fisici e digitali.

Più un rivenditore può comprendere i propri acquirenti, meglio può soddisfare le loro esigenze attraverso la tecnologia.

I risultati del sondaggio Nielsen International Grocery Shopper and Technology guideranno i rivenditori sulla tecnologia per dare la priorità per far sentire ogni cliente come se la propria esperienza di acquisto fosse personalizzata per soddisfare le proprie esigenze e preferenze specifiche.

“Spesso sperimentiamo che le aziende hanno in mente solo un gruppo target specifico quando si tratta di tecnologia: i cosiddetti early adopter – ha dichiarato Waqas Cheema, esperto Nielsen del settore Retail -. All’interno di questo studio, abbiamo scoperto che è importante avere uno sguardo più ampio e prendere in considerazione diversi segmenti di acquirenti. Anche i segmenti di acquirenti meno esperti di tecnologia sono desiderosi di includere la tecnologia nel loro viaggio se soddisfa le loro esigenze o risolve un problema. I Sensible Socializers, per esempio, non sono molto entusiasti delle nuove tecnologie e generalmente preferiscono la corsia di check-out con personale perché l’interazione personale è importante per loro, ma se hanno solo pochi elementi, o se c’è una coda, quattro su cinque preferiscono anche il self-checkout. “

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.