Red Hat Global Tech Outlook 2021

Nel Global Tech Outlook di Red Hat per il 2021: risaltano digital transformation, sicurezza e hybrid cloud

Red Hat rilascia l’edizione 2021 del Global Tech Outlook, rapporto che contiene svariati approfondimenti dedicati al mondo IT come i piani di containerizzazione e quelli per l’IoT. Il rapporto è disponibile gratuitamente (previa registrazione) a questo LINK .

Il rapporto è stato realizzato intervistando tra luglio e settembre 2020 oltre 1400 professionisti IT per conoscere i loro obiettivi tecnologici per il 2021, con un campione scelto tra clienti Red Hat e non, la maggior parte dei quali in aziende con un fatturato annuo di oltre 100 milioni di dollari.

La trasformazione digitale e la sicurezza rimangono priorità assolute

Sembra che molte aziende stiano accelerando i loro sforzi di trasformazione digitale, anche se alcune hanno dovuto posticiparla.

La maggior parte degli intervistati afferma che la trasformazione è ben avviata, con il 65% in fase di “trasformazione” o oltre.

Quest’anno il 21% delle organizzazioni interpellate sembra stia intensificando i propri sforzi. Solo il 6% degli intervistati ha dichiarato di essere in stallo, anche se il doppio degli intervistati (4% rispetto al 2% nel 2019) quest’anno ha confermato di non avere alcun piano di trasformazione digitale in essere.

Solo il 5% delle organizzazioni intervistate non ha ancora iniziato la trasformazione digitale o ha appena iniziato.

Attualmente, dove si trova la sua azienda nel percorso verso la trasformazione digitale? (Fonte Red Hat Global Tech Outlook 2021)

Le priorità principali in tema di trasformazione digitale citate dagli intervistati sono l’innovazione (23%), la sicurezza (19%), la user experience (13%) e la riduzione dei costi (11%).

Le cinque principali priorità di finanziamento IT per il prossimo anno sono la sicurezza IT (45%), la gestione IT e il cloud management (39%), l’infrastruttura cloud (34%), l’ottimizzazione dell’IT esistente (29%) e l’automazione IT (26%). (Questa domanda permetteva agli intervistati di selezionare fino a tre aree principali di intervento).

Alla domanda sui risultati che speravano di ottenere, i primi tre traguardi sono stati il miglioramento dell’efficienza, l’aumento della sicurezza e la riduzione dei costi, rispettivamente del 37%, 32% e 30%. Anche in questo caso, agli intervistati era consentito scegliere fino a tre risultati.

Hybrid cloud

Più di un quarto degli intervistati (27%) ha descritto la propria strategia cloud come “cloud ibrido” per i prossimi 12 mesi e il 17% ha dichiarato di avere innanzitutto una strategia private cloud e solo il 12% ha in programma di standardizzare su un singolo cloud pubblico.

Il 10% ha dichiarato di essere “public cloud-first”, mentre l’11% ha indicato di perseguire una strategia “multicloud”, ovvero l’uso di più cloud pubblici indipendenti l’uno dall’altro.

L’uso di tre o più cloud nei prossimi 12 mesi dovrebbe aumentare in modo significativo. Solo il 22% degli intervistati afferma di utilizzare oggi tre o più piattaforme cloud, ma la maggioranza degli intervistati (51%) afferma che prevede di usarne tre o più nei prossimi 12 mesi.

Quale tra le seguenti descrive meglio la sua strategia di cloud? (Fonte Red Hat Global Tech Outlook 2021)

La sfida del machine learning

Circa la metà degli intervistati ha dichiarato di voler utilizzare l’intelligenza artificiale/machine learning (AI/ML) nei prossimi 12 mesi, ma ha citato la “collaborazione tra i team per mettere in produzione i modelli” e la “gestione degli strumenti e dei framework AI/ML” tra le sfide principali per il raggiungimento di questi obiettivi.

L’infrastruttura di provisioning è stata citata come la sfida principale dal 24%, mentre il 18% ha confermato l’accesso ai dati il principale problema da risolvere per portare ML in produzione.

 

Qual è la sfida principale per rendere operativo un progetto di machine learning? (Fonte Red Hat Global Tech Outlook 2021)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.