mercoledì 5 Ottobre 2022
16.3 C
Milano

SentinelOne integra AWS Elastic Disaster Recovery per proteggere le organizzazioni dai ransomware

SentinelOne ha annunciato l’integrazione di SentinelOne con Amazon Web Service (AWS) Elastic Disaster Recovery, per proteggere le organizzazioni dagli effetti dannosi dei ransomware. Grazie a SentinelOne per AWS Disaster Recovery, le organizzazioni colpite da malware possono avviare AWS Elastic Disaster Recovery direttamente da Singularity XDR, con un rollback all’ultimo status valido, in pochi minuti, per garantire la continuità operativa e ridurre al minimo i tempi di ripristino.

I ransomware sono un fenomeno sempre più dirompente, soprattutto se indirizzati verso gli ambienti cloud. I cybercriminali continuano a distribuire varianti di codice e ad aumentare gli attacchi contro macchine Linux, facendo così impennare il rischio di epidemie ransomware. Secondo il rapporto Cost of a Data Breach 2021, gli attacchi ransomware costano in media 4,62 milioni di dollari, un valore significativamente più elevato rispetto ad altri tipi di violazione dei dati. Di conseguenza, le aziende non solo investono in soluzioni per proteggersi dagli attacchi informatici, ma sono anche motivate a migliorare la resilienza e a ridurre al minimo l’interruzione dell’attività in caso di potenziali attacchi. Gli approcci di disaster recovery esistenti richiedono costosi siti di ripristino che funzionano in parallelo agli ambienti di produzione, facendo aumentare i costi e ritardando il ripristino completo.

“In questo momento, le aziende devono essere pronte a tutto”, ha dichiarato David Baldwin, Director of Product Management di SentinelOne. “I ransomware sono diventati sempre più dannosi e le imprese devono disporre di piani e tecnologie che consentano non solo di evitare le violazioni, ma anche di riprendersi rapidamente in caso di attacco. Con SentinelOne e AWS, i clienti possono godere del meglio di entrambe le soluzioni. AWS DRS verifica che i sistemi siano resilienti e SentinelOne Singularity XDR garantisce la possibilità di sapere immediatamente cosa è successo. Siamo entusiasti di collaborare con AWS e siamo orgogliosi di fornire ai nostri clienti un ulteriore livello di difesa”.

AWS Elastic Disaster Recovery riduce al minimo i tempi di inattività e la perdita di dati con un ripristino rapido e affidabile delle applicazioni on-premise e basate in cloud, utilizzando uno storage conveniente, minimo carico computazionale e capacità di ripristino point-in-time. I dati vengono replicati dal server di origine (on-premises o cloud) verso un servizio di disaster recovery AWS economico e a basso consumo, garantendo alle aziende clienti capacità di risposta ad attacchi ransomware in pochi minuti.

SentinelOne offre protezione, rilevamento e risposta in runtime per i workload AWS in esecuzione in istanze di calcolo cloud, container e cluster Kubernetes. La tecnologia brevettata Storyline di SentinelOne fornisce agli analisti correlazione e contesto in tempo reale, collegando automaticamente tutti gli eventi e le attività correlate con una storyline degli attacchi e un identificatore univoco, consentendo agli analisti di determinare cosa è successo entro pochi secondi da un evento ransomware. La combinazione di AWS Elastic Disaster Recovery (AWS DRS) e SentinelOne Singularity XDR accelera la risposta agli incidenti rendendo semplice la riparazione e il ripristino dal ransomware, riducendo al minimo i tempi di inattività e la perdita di dati con un ripristino rapido e affidabile per le applicazioni on-premise e basate sul cloud.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli