mercoledì 5 Ottobre 2022
16.4 C
Milano

Check Point: aumento globale del 42% dei cyberattacchi

L’azienda risponde con Check Point Horizon una soluzione unificata per l’intera infrastruttura che migliorerà notevolmente le difese informatiche e preverrà gli attacchi

Una grave impennata di attacchi malware ha decretato l’inizio del 2022. Il Mid-Year report di Check Point® Software Technologies ha mostrato un aumento globale del 42% dei cyberattacchi, con il ransomware che è diventata ora la minaccia numero uno per le aziende. Gli attacchi si diffondono sempre più su larga scala, mentre i team di sicurezza faticano a bloccare le violazioni prima che sia troppo tardi, a causa di avvisi continui e falsi positivi su più tool dislocati e per via di una visione del vettore d’attacco limitata.

Il problema è aggravato dalla mancanza di esperienza informatica e dalla costante carenza di competenze. In questa situazione, è ormai indispensabile che tutte le organizzazioni dispongano di un SOC (Security Operations Center), con capacità di monitoring, response e rilevamento delle minacce, h24 e 7 giorni su 7. Tuttavia, oltre a rivelarsi un sistema troppo complesso e costoso per la maggior parte delle aziende, come commentato da Craig Robinson, Research Vice President for Security Services di IDC: “Molte delle soluzioni MDR esistenti oggi sul mercato si occupano semplicemente della detection e della gestione degli incidenti informatici, ma la prevention vera e propria è stata in gran parte assente nel campo dell’MDR, fino ad ora.”

Data la parziale efficacia di tali soluzioni, Check Point ha lanciato Check Point Horizon, la suite di soluzioni e servizi per la prevenzione, che combina soluzioni di gestione proattiva per la Managed Prevention and Response (MDR/MPR), Extended Prevention and Response (XDR/XPR) e gli incidenti di sicurezza. Il tutto attraverso un semplice clic e con il supporto dei migliori analisti, esperti di ricerca del settore e dell’innovativa tecnologia AI.

Check Point Horizon rileva e automatizza rapidamente le risposte agli attacchi nell’intera infrastruttura IT grazie alle innovative tecnologie AI e le informazioni della big data threat intelligence, prevenendo così la diffusione delle minacce. Gli analisti di Check Point monitorano l’intero patrimonio di sicurezza del cliente, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 – con i loro 25 anni di esperienza nell’Incident Response analizzano, correggono e comprendono ciò che sta accadendo, rispondendo per conto del cliente e promuovendo una mentalità di prevenzione durante l’intera fornitura del servizio. Inoltre, Horizon Events offre una visibilità completa degli eventi su tutti i prodotti Check Point garantendo monitoring, ricerca e threat hunting. “Check Point Horizon è una soluzione unificata per l’intera infrastruttura che migliorerà notevolmente le difese informatiche e preverrà gli attacchi, riducendo al contempo i costi generali e il TCO” ha dichiarato Dan Wiley, Head of Threat Management e Chief Security Advisor di Check Point Software. “La forza di qualsiasi servizio MDR sta nelle persone che lo compongono, e la prevenzione è nel nostro DNA. Con Horizon MDR/MPR, i clienti beneficiano dell’esperienza diretta del nostro team di Incident Response che gestisce più di 3.000 incidenti all’anno. Se non avete le risorse per gestire un solido SOC, h24 e 7 giorni su 7, lo faremo noi per voi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli