mercoledì 5 Ottobre 2022
16.4 C
Milano

Trust Factory di InfoCert accelera la digital transformation delle PMI

InfoCert (Tinexta Group), Autorità di Certificazione europea, ha creato un nuovo programma di Open Innovation chiamato Trust Factory. Indirizzato a realtà italiane e internazionali con l’obiettivo di stimolare l’ideazione di servizi digitali evoluti, sicuri e affidabili grazie all’impiego dei Trust Services di InfoCert.

 Attraverso tale iniziativa InfoCert mette a disposizione di StartUp, ScaleUp e PMI le proprie risorse e competenze distintive in ambito Digital Trust per stimolare lo sviluppo di soluzioni innovative basate sull’ampia gamma di Trust Services erogati dalle aziende del gruppo InfoCert con sede in Italia, Spagna, Francia e Germania.

L’ingresso nel programma è subordinato all’analisi e alla verifica di: sussistenza di un MVP (minimum viable product), validità tecnica della soluzione, solidità del business model, credibilità del founding team, dimensione del mercato di riferimento, competition e sostenibilità. Le aziende interessate possono trovare maggiori informazioni e presentare la loro candidature su https://infocert.digital/it/trust-factory/

Alle aziende selezionate, InfoCert metterà a disposizione il supporto nella definizione della strategia di mercato, l’accesso al know-how di business e di compliance, l’accesso a canali di vendita, la visibilità attraverso campagne di co-branding nonché l’elaborazione del modello di collaborazione commerciale più idoneo per accelerare la crescita del business.

“Crediamo fermamente –  dichiara Carmine Auletta, CIO InfoCert – Tinexta Group – che le idee migliori nascano dal confronto e per questo cerchiamo imprese innovative con cui collaborare e creare sinergie, mettendo a disposizione le nostre tecnologie e il nostro know-how per la realizzazione di nuove soluzioni. Per Trust Factory abbiamo scelto un modello di Outbound Open Innovation che diffonde il know-how dell’azienda per stimolare azioni di innovazione all’esterno. Siamo convinti che sia questo il modello più adeguato per una rapida diffusione dei paradigmi di Digital Trust e per una efficace interazione con l’ecosistema degli innovatori che ci consenta di cavalcare più trend tecnologici e identificare nuove e concrete opportunità di business”. 

Trust Factory nasce sull’onda di progetti in ambito Open Innovation già realizzati da InfoCert con:  eTuitus: spin-off dell’Università di Salerno, specializzata in progettazione e sviluppo di soluzioni crittografiche ad alto valore tecnologico e innovativo;  Authada, startup tedesca specializzata nell’identità digitale e nella cybersecurity; eIDEasy, startup estone che tramite un unico punto di accesso mette a disposizione soluzioni di autenticazione e firma elettronica di diversi paesi europei

La prima realtà selezionata per entrare nella Trust Factory di InfoCert nel 2022 è BBUp, startup emiliana che ha creato YesNology, la piattaforma in cloud per gestire informative e consensi e con cui, grazie all’uso dei servizi di Digital Trust, risolvere ogni problematica legata agli adempimenti privacy per la compliance GDPR.

“L’esigenza della protezione del dato delle persone non deriva solo dalla volontà di non incorrere in sanzioni – affermano Simona Bia e Lorenzo Bonazzi, cofondatori di BBup -. Le organizzazioni che riusciranno ad infondere fiducia digitale potranno incrementare di oltre il 50% le loro opportunità di crescita e YesNology è lo strumento ideale, completo di backoffice per gestire i diversi utenti dell’organizzazione. Aspiravamo ad offrire alle persone un’esperienza unica di gestione autonoma dei propri diritti privacy, controllando le preferenze espresse a più titolari, in completa sicurezza e trasparenza, e ci siamo riusciti.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

LEGGI ANCHE

Gli ultimi articoli