Oggi risulta difficile trovare qualcuno che non abbia familiarità con uno smartphone. Nonostante questi dispositivi si evolvano e vengano costantemente migliorati, rimangono però delicati e sensibili a danni e attacchi. A fronte di un crescente bisogno di lavorare in mobilità in tutti i settori merceologici, è sorta la necessità di disporre di smartphone robusti e di classe “enterprise”, progettati per essere utilizzati anche in condizioni difficili.

Questi dispositivi devono essere in grado di resistere agli agenti atmosferici, sopravvivere a cadute e urti, essere a prova di acqua e polvere, oltre a disporre di altre funzioni fondamentali per il mondo aziendale.

Oggi più che mai, le aziende si stanno rendendo conto che gli operatori che si muovono sul campo hanno bisogno di avere più della semplice connettività di un cellulare personale.

Un requisito per le “intelligent enterprise”

Secondo l’Intelligent Enterprise Index di Zebra, il 49% delle aziende ha intrapreso il cammino per diventare una “intelligent enterprise”.

Queste realtà stanno creando una connessione tra il mondo fisico e quello digitale con l’obiettivo di veicolare l’innovazione attraverso sistemi in grado di fornire istruzioni in tempo reale, ambienti alimentati dai dati e flussi di lavoro mobili e congiunti in modo da ridurre i costi, automatizzare le operazioni e aumentare la produttività.

Attualmente, un numero sempre più elevato di aziende intende dotare i propri dipendenti di dispositivi mobili intelligenti con l’obiettivo di aumentarne il livello di performance così da poter ottimizzare la “shopping experience”, migliorare la cura del paziente oppure gestire e monitorare l’inventario per incrementare l’efficienza della supply chain.

La necessità di avere una comunicazione immediata e sicura, un facile trasferimento di informazioni, un’ampia raccolta di dati tramite codici a barre e dispositivi durevoli sono alcuni degli elementi chiave che stanno contribuendo a rendere gli smartphone di classe “enterprise” un pilastro della trasformazione digitale nell’industria manifatturiera, nel retail, nel sistema sanitario e nel settore dei trasporti e della logistica.

Un dispositivo, molti strumenti

Secondo i risultati della ricerca Future of Fulfillment study di Zebra, l’assegnazione dell’inventario, la diminuzione degli ordini arretrati e l’accettazione e la gestione dei resi sono solo alcune delle innumerevoli sfide che le imprese di logistica sono impegnate a risolvere per raggiungere un maggiore livello di soddisfazione del cliente.

Grazie all’introduzione di smartphone di classe “enterprise”, i lavoratori mobili possono utilizzare diversi strumenti in un unico dispositivo, che fornisce connettività e dati, scansioni di codici a barre in qualsiasi condizione e accesso ad applicazioni, utility e software aziendali che possono migliorare la sicurezza e l’accesso alla rete e aumentare la collaborazione e la produttività del personale.

Le aziende utilizzano sempre più spesso il GPS per gestire i percorsi e i loro smartphone di classe enterprise non solo sono utili per le indicazioni stradali, ma possono essere usati per accedere alle informazioni in tempo reale.

Smartphone Zebra TC25-SE2100

Inoltre, la maggior parte di questi dispositivi include la funzionalità walkie-talkie, che consente chiamate istantanee Push-to-Talkie (PTT) tra dispositivi compatibili, consentendo alle aziende di rafforzare la comunicazione e la collaborazione in tempo reale al fine di migliorare il servizio rivolto ai clienti.

Il design robusto di questi smartphone “enterprise” è in grado di resistere a temperature estreme, polvere, urti e cadute accidentali, con conseguente aumento della produttività e riduzione dei costi di riparazione.

Questo strumento è ideale per le piccole e medie imprese (PMI) che sono consapevoli del proprio budget e non possono permettersi imprevisti e significativi costi di riparazione, casistiche molto frequenti usando smartphone consumer.

Infine, quando le aziende acquistano uno smartphone aziendale, dovrebbero indirizzare la propria ricerca su dispositivi che includano funzioni di sicurezza in grado di proteggere i dati e le informazioni sensibili e vitali per l’impresa.

Le aziende dovrebbero prestare attenzione alla tipologia di dispositivo utilizzato e garantire che gli smartphone e i dati aziendali non siano vulnerabili o esposti a violazioni della sicurezza o non corrano il rischio di diventare obsoleti quando viene introdotto un nuovo sistema operativo.

Mobility DNA e TC25 di Zebra

Per esempio, la soluzione Mobility DNA di Zebra include LifeGuard per Android, che estende la durata e la sicurezza degli smartphone e dei mobile computer di classe enterprise, fornendo importanti correzioni/aggiornamenti di sicurezza che vanno ben oltre i dispositivi destinati ai consumatori.

Recentemente, l’Android Enterprise Recommended Program di Google ha pubblicato una classifica dei migliori smartphone di classe enterprise sulla base della robustezza e della resistenza in ambienti difficili.

Il TC25 di Zebra è stato riconosciuto e descritto come ideale per lavorare in condizioni difficili. Dotato di Zebra Mobility DNA, questo smartphone è in grado di offrire alle aziende una produttività senza eguali, una gestione delle applicazioni più semplice e una più facile integrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.