CIO più efficaci quando mettono il business davanti alla tecnologia

Una ricerca commisionata da ServiceNow e condotta da Oxford Economics mostra che i CIO che ottengono i risultati migliori si focalizzano più su leadership business e obiettivi dei clienti anziché sulle operazioni tecniche

CIO Chief Information Officer written in notebook

I CIO che ottengono i risultati migliori si focalizzano più su aspetti quali la leadership business e gli obiettivi dei clienti, dei dipendenti e di altre funzioni aziendali anziché sulle operazioni tecniche. E’ quanto emerge dalla ricerca “The CIO Inflection Point” commisionata da ServiceNow e condotta da Oxford Economics coinvolgendo 516 CIO in 11 Paesi, tra cui l’Italia, e 24 industry.

Ci sono tre punti che dividono i CIO che si considerano più efficaci rispetto agli altri:

  • Maggiore digitalizzazione dei workflow
  • Sviluppo e cura di rapporti con i C-suite
  • Focus esterno sui clienti
Focus esterno sui clienti

La ricerca mostra come, oggi, il 63% dei CIO ritiene che le competenze di business e leadership siano più importanti che quelle tecnologiche. Il CIO che ha successo, infatti, si focalizza sulla strategia piuttosto che sull’operatività e allinea gli obiettivi dell’IT a quelli del business.

Maturità digitale per Paese (livello 1 maturità digitale più bassa / livello 3 più alta)

Questi CIO riportano livelli più alti di produttività e soddisfazione dei clienti, oltre ad avere rapporti più stretti con altri business leader, specialmente con il CEO e il responsabile delle Risorse Umane (CHRO).

In particolare:

  • il 64% dei CIO afferma che il proprio ruolo è formare altre figure manageriali;
  • il 69% dei CIO è consapevole che stabilire una roadmap insieme al CEO è fondamentale;
  • il 77% dei CIO dichiara che una responsabilità chiave è collaborare con il CHRO a riguardo di una strategia per i talenti.
Il 78% dei CIO italiani ritiene di avere un rapporto efficace con il CEO

I CIO che hanno maggiore successo ricononoscono l’importanza dei flussi di lavoro digitali per incrementare l’efficienza (80%), le performance finanziarie (78%), la produttività (78%), le prestazioni dei dipendenti (76%) e l’innovazione (75%).

Mauro Solimene, Mediterranean AVP ServiceNow

“Nel momento in cui la tecnologia diventa critica per avere successo nel business, le aspettative nei confronti dei CIO crescono in maniera esponenziale – ha dichiarato Mauro Solimene, Mediterranean AVP ServiceNow -. In passato il CIO era la persona più tecnologica dell’azienda, ma oggi quelli che hanno successo sono i CIO innovatori e visionari. I CIO hanno l’opportunità di guidare la trasformazione della propria azienda. Costruire relazioni con i C-suite, focalizzarsi sulle esperienze dei dipendenti e dei clienti e cambiare i modelli operativi attraverso la digitalizzazione dei workflow, sono punti chiave della strategia per avere performance superiori”.

Da settembre l’azienda ha reso disponibile NewYork, la nuova release della Now Platform, che mantiene la tradizione di denominare le versioni con nomi di città. La nuova release si caratterizza, soprattutto, per abilitare un’esperienza mobile nativa nelle attività lavorative di tutti i giorni rendendo disponibili, per la prima volta, esperienze mobile di tipo consumer.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.